L’arte moderna si chiama così perché non ha nessuna probabilità di diventare antica. (Nikita Chruščëv)

Cassetta Shabby Chic

Cassetta

Non poteva mancare una delle tecniche più utilizzate nel mondo della creatività, ovvero la pratica dell’invecchiamento, una sorta di “falso invecchiamento” che contrasta l’eleganza e l’usura. Rendere anticato un prodotto riporta indietro con gli anni, fa sì che un prodotto, un mobile, una cassetta, acquisiscano di nuovo il fascino del vissuto, dell’utilizzato.

Per questo esperimento, ho utilizzato una piccola cassetta di legno che conteneva le fragole, quindi dopo averle mangiate tutte, mi sono messo a lavoro. Ovviamente può essere utilizzato qualsiasi tipo di supporto e di qualsiasi materiale purchè sia compatibile con ciò che si vuole realizzare.

cassetta1

Come prima operazione, ho utilizzato della carta vetrata fine per scartavetrare leggermente la cassettina ed eliminare le impurità e le eventuali schegge presenti sulla superficie e suoi bordi. Ho quindi passato una mano di vernice “Primer” che fa da base per permettere al colore di attecchire (o aggrappare, infatti viene chiamato spesso “aggrappante”) maggiormente. Questa soluzione permette, alla vernice che sarà passata successivamente, di non scivolare ma, appunto, di restare ben aggrappata e la resa risulterà sicuramente migliore.

linea



cassetta2

In un secondo momento, ho passato una mano di un colore acrilico scuro, il grigio; questo sarà il colore che emergerà dal fondo e che darà l’effetto anticato.
In realtà si possono utilizzare anche colori di tonalità non molto contrastanti tra di loro ma io ho preferito il bianco e il grigio per ottenere un risultato ben più visibile.

linea



candela

Una volta asciugato per bene il tutto, ho sfregato una comune candela bianca lungo i bordi e dove voglio che risalti il colore scuro. Questa operazione permetterà alla vernice chiara che sarà passata per ultima, di non farla sovrapporre alla vernice scura ma, appunto, di lasciare un sottile strato di cera che in un secondo momento andrà rimosso. Non è importante che la cera sia stesa in maniera omogenea, anzi, l’effetto “falso antico” risulterà più veritiero se non si fa troppa attenzione durante lo sfregamento. Questa tecnica prende il nome di “decapaggio” (In francese décaper letteralmente significa togliere la copertura).

linea



WP_004080

WP_004079

WP_004078

Successivamente ho passato il colore acrilico bianco. Essendo il colore finale, va steso coprendo per bene tutte le parti, ovviamente anche sulle parti dove è stata passata la cera. A questo punto, dopo aver lasciato asciugare per bene la vernice, ho utilizzato una carta vetrata di medio spessore per eliminare la cera e per permettere di far affiorare il colore sottostante. Infine, ho dato un’ultima mano di vernice trasparente lucida per salvaguardare il lavoro e far si che duri nel tempo senza rovinarsi.

linea



WP_004081

A questo punto, ho realizzato e successivamente stampato su carta comune un po’ di scritte che più mi piacevano; la stampa, va fatta in modo specchiato. Ne ho scelta una e l’ho ritagliata senza fare troppa attenzione alla precisione. Ho applicato il “transfer gel” sulla superficie della cassettina eh ho applicato il ritaglio con la parte stampata rivolta verso la cassetta. Ho strofinato per bene la scritta in modo che non risultassero pieghe sulla carta e anche per stendere meglio il gel sottostante; ho lasciato asciugare per tutta la notte. Tutta la procedura e le varie stampe tramite gel, sono state già abbondantemente descritte nell’articolo Stampa su materiali di vario tipo. Il giorno dopo, mi sono bagnato le dita con l’acqua ed ho sfregato ed eliminato totalmente tutta la carta lasciando affiorare la scritta. A questo punto ho steso sulla scritta un po’ di colla vinilica allungata con l’acqua. Ed ecco finito!

WP_004089

WP_004088

WP_004204

WP_004205

Sito consigliato: Decape o shabby-chic